Una ballata bianca

Questo film, piccolo gioiello visivo, usa un linguaggio che l’industria cinematografica ha voluto dimenticare, in particolare il mercato italiano che lo ha ignorato (1.400,00 euro di incassi) dove invece all’estero è stato accolto con favore in diversi festival (Jeonju, Tiburon, Rotterdam).
Il regista è Stefano Odoardi, di origine abruzzese ma residente ad Amsterdam. In Olanda è riuscito a radunare quarantamila euro (grazie anche ad un fondo olandese per il cinema), ha usato una pellicola scaduta da tempo e un cast che ha lavorato gratuitamente ottenendo diritti sull’opera. I protagonisti sono il suo calzolaio con la moglie, Carmela e Nicola Lanci, entrambi ottantenni, sposati da 60 e ripresi dentro la loro casa.
Stefano Odoardi si ispira all’omonimo testo teatrale dell’attore, scrittore e regista Kees Roorda, con cui già aveva collaborato. Musiche di Carlo Crivelli eseguite dall’Orchestra Città Aperta.

Una Ballata Bianca
Un film di Stefano Odoardi
Durata: 78′

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...